“Tutti qui a giocare alle slot”

<iframe width=”640″ height=”360″ src=”https://www.youtube.com/embed/sxoP0KHNH6w” frameborder=”0″ allow=”autoplay; encrypted-media” allowfullscreen></iframe>

Il record di Caresanablot, la Las Vegas italiana è un paese di mille abitanti: “Tutti qui a giocare alle slot”

Caresanablot è un comune di poco più di mille abitanti in provincia di Vercelli. Qui sono stati spesi nel 2016 più di 27 milioni di euro per le giocate. In pratica in media ogni residente avrebbe speso alle slot machine più di 24 mila euro. Nessuno, in Italia, ha fatto meglio. In realtà il merito (o la colpa) non è tutta dei residenti. A Caresanablot, lungo la statale che attraversa il paese, sorge una grande sala slot aperta giorno e notte (con una piccola interruzione dalle 4 alle 10), 365 giorni l’anno, che attrae clientela da tutto il vercellese e dalle altre province piemontesi. Per una caratteristica: sorge lontano da tutti i luoghi sensibili (banche, chiese, asili, scuole) dove la legge regionale vieta l’utilizzo delle macchinette. “A rovinarsi alle slot non sono i miei compaesani – assicura il sindaco, Italo Grosso – ma quelli che vengono da fuori. Nessuno si è mai rivolto al comune perché si è rovinato alle macchinette. Qui stanno tutti bene: non esiste la disoccupazione”. di Francesco Gilioli

4 gennaio 2018

“Tutti qui a giocare alle slot”ultima modifica: 2018-01-10T19:37:49+00:00da xweci
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento